Eventi, Sport & Tempo LiberoSenza categoriaTop NewsTorino

Castellamonte, un fine settimana di rinascita per l’artigianato della ceramica

CASTELLAMONTE. Sabato 21 e domenica 22 maggio tornerà “Buongiorno Ceramica!”, un evento nazionale che celebra a Castellamonte una delle forme più antiche e prestigiose di artigianato d’arte, in un caleidoscopio di forme, colori ed espressioni di creatività.

L’ottava edizione di “Buongiorno Ceramica!” è il simbolo della rinascita del settore, che, a partire dai laboratori, dagli atelier, dai forni, dalle botteghe e dalle gallerie d’arte, torna in strada, in piazza, nelle scuole, nei musei e nei parchi. La manifestazione torna interamente dal vivo, forte della fiducia degli artigiani e di coloro che ogni giorno scelgono un oggetto in ceramica per rendere più bella, colorata, creativa, artistica anche la quotidianità. Sono 45 le Città della Ceramica sparse in tutta Italia, in cui nell’arco di un weekend si susseguiranno performance, laboratori, concerti, aperitivi col maestro, degustazioni, mostre, installazioni, visite guidate, workshop, letture e molto altro. 

L’esterno della Fornace Pagliero di Castellamonte

Nel terzo weekend di maggio tutti potranno scoprire botteghe, laboratori, atelier in cui quotidianamente la ceramica viene pensata e realizzata. Si potranno incontrare i protagonisti, gli artigiani, i giovani artisti e i designer, vederli lavorare, toccare l’argilla, provare magari a mettersi al tornio, smaltare e capire il valore del fatto a mano. Si potrà inoltre entrare in musei e gallerie, seguire percorsi di visita a tema, conoscere tradizioni secolari e scoprire le creatività più innovative, partecipare a laboratori collettivi o fare piccole sedute di lavoro individuali; ma anche acquistare pezzi unici, scoprire a tavola quanto è bello il cibo servito su un piatto artigianale o magari ascoltare musica eseguita con strumenti in ceramica, come i fischietti di Castellamonte.

Le iniziative dell’amministrazione locale sono patrocinate dalla Città Metropolitana di Torino e, nell’ambito del PUMS, il Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile, comprendono un servizio di bus navetta da Torino Porta Susa a Castallamonte. Il servizio sarà disponibile sabato 21 maggio con partenza del bus alle 8.45 da Torino Porta Susa, di fronte alla vecchia stazione. L’arrivo nella frazione Spineto di Castellamonte è previsto per le 9.45, per la visita al Centro Ceramico Fornace Pagliero, dove si potranno scoprire le tecniche di produzione delle stufe, ammirare i pezzi esposti, visitare la mostra di scultura ceramica dell’artista Brenno Pesci intitolata“Visione su uomini di Chiesa” e un’esposizione di sfere ceramiche. Alle 11 la comitiva si trasferirà in autobus a Sant’Anna Boschi per la visita al laboratorio artigianale di ceramica di Corrado Camerlo, alla cava di terra rossa e ai Castelletti, formazioni geologiche causate dall’erosione, da cui un tempo si ricavava l’argilla per la ceramica. Il pranzo è in programma alla Trattoria Campagnola di Sant’Anna Boschi.

Nel pomeriggio il trasferimento in bus nel centro di Castellamonte, dove alle 15 inizierà la visita guidata alla scoperta del patrimonio artistico e architettonico della città e alle botteghe artigianali, che toccherà: l’Arco di Arnaldo Pomodoro, la Rotonda Antonelliana, il campanile romanico, la chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo, la mostra “Ceramica Emozioni” curata dall’Associazione Artisti della Ceramica in Castellamonte, il Cantiere delle Arti, la mostra “Antologica degli ultimi 10 anni” di Guglielmo Marthyn e Sandra Baruzzi, la mostra “Ceramiche Sonore – Concorso Internazionale del fischietto in terracotta”allestita al centro congressi Piero Martinetti, il monumento alla stufa di Ugo Nespolo, l’Istituto di istruzione superiore XX Aprile-Faccio per la mostra che celebra i 100 anni della Scuola d’arte di Castellamonte e infine la fabbrica di stufe La Castellamonte. Il bus navetta farà ritorno a Porta Susa alle 19-19,30. La quota di partecipazione è di 25 euro a persona, da pagare in contanti sul bus al momento della partenza. La quota comprende il trasporto in autobus andata e ritorno, le visite guidate eil pranzo. La prenotazione è obbligatoria, contattando entro giovedì 19 maggio l’agenzia Kubaba Viaggi al numero telefonico 011-9833504 o all’indirizzo e-mail gite@kubabaviaggi.it

La chiesa dei santi Pietro e Paolo

Un fitto programma di eventi

L’apertura ufficiale degli eventi è in programma venerdì 20 maggio alle 11 in via Conti San Martino, con l’inaugurazione del pannello murale di ceramica “Castellamonte storia e tradizioni 2021”, realizzato dagli allievi delle classi seconda e terza della Sezione Design Arte della Ceramica dell’Istituto XXV aprile-Faccio. Il pannello nasce come complemento dell’arredo urbano, per rappresentare la rievocazione storica di momenti suggestivi del Carnevale di Castellamonte. Alle 16 al centro Congressi Piero Martinetti saranno inaugurate la mostra “Ceramiche Sonore” e la prima edizione del concorso Internazionale del fischietto in terracotta. I manufatti presentati al concorso, realizzati in terracotta, terraglia, ceramica grès o porcellana con caratteristiche tipiche della ceramica sonora, rimarranno in esposizione fino al 15 giugno.

Sabato 21 maggio alle 10 al centro congressi Piero Martinetti è in programma la premiazione del concorso letterario in piemontese ”IJ Pignaté ‘d Castlamont”. Alle 12 nell’ex Centro Anziani si inaugurerà la mostra“Ceramica Emozioni”, curata dall’Associazione Artisti della Ceramica in Castellamonte. Alle 15 al Cantiere delle Arti si inaugurerà la mostra Antologica degli ultimi 10 anni di Sandra Baruzzi e Guglielmo Marthyn, alle 16 al Centro Ceramico Museo Fornace Pagliero l’esposizione di stufe e sfere ceramiche e la mostra personale di scultura di Brenno Pesci intitolata“Visione su uomini di Chiesa”.

L’Istituto d’arte di Castellamonte

Domenica 22 alle ore 11 in via Massimo D’Azeglio 193 sarà inaugurato il restauro dell’altorilievo Madonna del Rosario, curato dal Lions Club Alto Canavese. Alle 18.30 in piazza della Repubblica si terrà la sfilata di moda “Made in Faccio”, curata dall’Istituto d’istruzione superiore XXV Aprile-Faccio”-Sezione Moda e Costume.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button