Eventi, Sport & Tempo LiberoTorino

Armando Izzo si presenta al popolo granata: un onore indossare questa gloriosa maglia

TORINO. «Il calcio per me è gioia, passione pura, poter giocare in una piazza così importante, davanti a tifosi caldi e attaccatissimi alla loro squadra, è un onore grande che impone anche tanta responsabilità».  Sono state queste le prime parole da giocatore del Torino per Armando Izzo, che il club granata ha prelevato dal Genoa. «Sono molto felice e carico, darò tutto me stesso per essere sempre all’altezza della situazione»,  ha aggiunto il difensore che oggi ha sostenuto le visite mediche e ha firmato il contratto che lo lega alla sua nuova squadra.
«Armando Izzo è un difensore centrale moderno che sa efficacemente disimpegnarsi sia in fase di marcatura sia in fase di impostazione, un calciatore determinato e affidabile – gli dà il benvenuto il presidente del Torino, Urbano Cairo -. Nel Toro ritroverà l’allenatore Mazzarri che a Napoli lo battezzò al calcio professionistico quand’era un giovane della Primavera e alcuni giocatori che erano suoi compagni nel Genoa: anche questo lo aiuterà a essere subito parte integrante del nostro gruppo di lavoro».

Il giocatore ha firmato un  contratto quadriennale da circa 1,2 milioni di euro a stagione. La società di via dell’Arcivescovado ha trovato un accordo con il Grifone sulla base di andranno 8 milioni di euro, più 2 di bonus.

Sembra essere sfumata definitivamente invece la pista che portava al ritorno di Bruno Peres. Il terzino brasiliano è sempre più vicino al Sao Paulo: si sta cercando l’accordo totale con la Roma, che potrebbe essere trovato sulla base di un prestito con diritto di riscatto, per un’operazione da circa 8 milioni; oppure trasformando il diritto in obbligo, ma abbassando la quota iniziale del prestito oneroso. Le parti sono più vicine e presto si aggiorneranno nuovamente.

Sempre sul fronte brasiliano, pare essere diventata una telenovela la trattativa con il Santos per Lucas Verissimo, difensore classe 95. Secondo quanto riferisce Gazetaesportiva, il presidente del Santos avrebbe accettato la proposta del Toro ma a una condizione: i 10 milioni, offerti dai granata, devono terminare interamente nelle tasche del club brasiliano. Ciò significa che il Torino dovrà risolvere anche la questione  con gli intermediari del calciatore che detengono il 20 per cento del cartellino. Spetterà dunque alla dirigenza di via dell’Arcivescovado sbrogliare la matassa per portare in Italia il difensore brasiliano.

Prosegue la telenovela per portare Verissimo al Toro
Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close