Cultura & SpettacoliTorino

Sabato 17, Edoardo Bennato rinverdisce il suo “Burattini senza fili”

TORINO. Edoardo Bennato sarà a Torino sabato 17 novembre alle ore 21 al Teatro Colosseo con il “Pinocchio & company Tour 2018”. L’artista napoletano ha pianificato una serie di date partite martedì 6 novembre da Trieste per celebrare i 40 anni dall’uscita del suo album Burattino senza fili, riproposto lo scorso anno in una versione rinnovata.

Tornerà dunque a Torino, a teatro,  una delle voci rock più amate di tutti i tempi, il cantastorie che da oltre quarant’anni immortala con le sue canzoni il mondo odierno, fatto di buoni e cattivi, sbeffeggiando i potenti e inneggiando alla forza umana del popolo, passando per il più classico tra i sentimenti ispiratori dei poeti della canzone: l’amore. Quasi tre ore di musica, video ed interazione con il pubblico a rendere il concerto di Bennato non una semplice esibizione, ma una vera e propria esperienza emozionale. On stage la formazione ormai consolidata composta da Giuseppe Scarpato (chitarre), Raffaele Lopez (tastiere), Gennaro Porcelli (chitarre), Roberto Perrone (batteria), Arduino Lopez (basso). E a completare il quadro di grande musica il Quartetto Flegreo, formatosi a Napoli nel 2002.

In scaletta brani tratti dai concept-album “Burattino senza fili”, “Sono solo canzonette”, “Abbi dubbi”, “Le ragazze fanno grandi sogni”, ” La fantastica storia del Pifferaio magico”, fino all’ultimo lavoro, “Pronti a Salpare”, album di ottobre 2016, ricchissimo di contenuti, in cui Bennato fotografa con la sua caratteristica ironica, politica, famiglia, figli, future, senza mai dimenticare le proprie radici.

«Viviamo un’era di grandi trasformazioni, di spostamenti biblici – commenta il cantautore partenopeo -. Decine di migliaia, centinaia di migliaia di disperati cercano vie di scampo alle guerre, alla fame, alla miseria e si dirigono verso il conclamato benessere del mondo cosiddetto occidentale. Sono disposti a tutto, sono disperati, sono pronti a salpare! Ma tutti quanti noi dovremmo essere pronti a salpare. Il mondo cambia e dovremo entrare in una altro ordine di idee, guardare le cose da un altro punto di vista. Insomma, non solo gli emigranti ma tutti quanti noi in questo momento particolare dovremmo essere pronti a salpare. Ecco, il mio nuovo album si intitola proprio così…».

Pochissimi biglietti ancora disponibili su www.teatrocolosseo.it

Tags

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close