Cultura & SpettacoliTorino

23 marzo 1919: le origini del fascismo nel racconto di Alberto Borgatta

ALMESE. Sabato 23 marzo alle ore 21, il Centro Sociale di Milanere in via della Chiesa 1 a Milanere, frazione di Almese, ospita 23 marzo 1919: alle origini del Fascismo, uno spettacolo prodotto da B:Factory, scritto e interpretato da Alberto Borgatta. La regia è curata da Alberto e Luca Borgatta.

Alberto Borgatta

Il ritorno del fascismo è uno dei temi più discussi negli ultimi anni in Italia. Dai media alle tribune politiche si cerca di istituire un confronto tra il linguaggio politico attuale e quello che accompagnò i primi passi del percorso che avrebbe portato il nostro paese a cadere nella ventennale dittatura di Mussolini. Cosa spinse quelle duecento persone, il 23 marzo 1919, a raggiungere piazza San Sepolcro a Milano per rispondere all’appello di Benito Mussolini e formare una nuova forza politica di opposizione? Perché tre anni e mezzo dopo quella stessa forza politica, tanto rapidamente cresciuta di numero e insieme mutata a livello di programma e obiettivi, marciava su Roma senza conoscere ostacoli? Lo spettacolo nasce, a cent’anni di distanza dai fatti di Piazza San Sepolcro, per rispondere a queste domande domande.

Un’immagine scattata il 23 marzo 1919 a Milano

L’autore e interprete e Alberto Borgatta è laureato in Storia, dopo aver discusso una tesi sulla radio libera partigiana Radio Libertà. È autore di testi di teatro civile a tema storico: nel 2015 pubblica Ho lasciato la Mamma mia, racconto delle vicende della Grande Guerra attraverso gli occhi di un reduce. Accanto alle attività teatrali organizza lezioni e conferenze per associazioni culturali e istituzioni museali e ha di recente avviato un canale web di divulgazione storica.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close