Tra passato e presente, i portici di via Po salutano l’edizione 2018 del Salone dell’auto

La quarta edizione può vantare 40 marchi automobilistici presenti, più una lunga serie di celebrazioni, omaggi, parate e amarcord

TORINO. Abarth, Alfa Romeo, Aston Martin, Audi, Bentley, BMW, Cupra, DR, Ferrari, Fiat, Honda, IED, Italdesign, Jaguar, Jeep, KIA, GFG Giugiaro, Lancia, Land Rover, Lexus, Maserati, Mazda, McLaren, Mercedes-Benz, Pagani, Pininfarina, Porsche, Seat, Skoda, Smart, Studiotorino, Suzuki, Tesla, UP Design, Volkswagen, Volvo, Spice-X. Sono i marchi, ancora provvisori, che finora hanno aderito alla quarta edizione di “Parco Valentino”, il salone dell’auto che ha l’ambizione di riportare sotto la Mole il piacere e la cultura dell’auto.

Dal 6 al 10 giugno prossimi, oltre ai 40 brand che nel verde del Valentino presenteranno le loro novità, ad impreziosire l’appuntamento sono in programma oltre 30 fra meeting, raduni, parate ed eventi, con cui puntare verso l’obiettivo dichiarato di superare la soglia psicologica dei 700mila visitatori con cui si era chiusa in modo trionfale l’edizione dello scorso anno.

Fra le novità assolute la “Supercar Night Parade”, la parata riservata a presidenti e/o responsabili del design dei marchi ospiti, che la sera dell’apertura al pubblico, il 6 giugno, attraverseranno il cuore di Torino. A questo si aggiunge la Mostra dei Prototipi, ospitata in una tensostruttura adiacente al Castello del Valentino, epicentro dell’evento.

Tante anche le celebrazioni: il mezzo secolo dell’Italdesign, creatura di Giugiaro passata nei possedimenti Volkswagen, i 70 anni del marchio Porsche e i 70 anche della “Lotus”, a cui aggiungere la festa in rosso che sabato 9 e domenica 10 porterà i soci del “Ferrari Club Italia” in piazza Vittorio Veneto, insieme alle “Renault Floride Caravelle” e le “Lancia Delta Integrali”.

Tornano il “Focus” dedicato alle elettriche, di stanza in piazza San Carlo, il raduno delle muscle car americane di Parco Dora e il tradizionale gran finale: il “Gran Premio Parco Valentino” che da piazza Vittorio si concluderà alla Reggia di Venaria.

Invariata la formula dell’ingresso gratuito, previa registrazione sul sito ufficiale del salone: www.parcovalentino.com

Germano Longo

Giornalista professionista torinese, collaboratore per anni di "Stampa Sera" e "La Stampa", ha lavorato per oltre un decennio come capo servizio nella redazione di un mensile nazionale di produzione automobilistica. Appassionato di cinema, oltre ad avere realizzato alcuni cortometraggi, ha scritto insieme all'amico e collega Piero Abrate il volume "Cento anni di cinema in Piemonte" (Abacus Edizioni, 1997). Due anni fa è uscito il suo primo romanzo: "Anni di vetro scuro" (Il Punto - Piemonte in Bancarella).