Cronache & AttualitàCuriositàModi di dire piemontesiTop News

Un “Armanach Piemontèis” dedicato ai giardini di Torino, la città più verde d’Italia

Accompagnerà per tutto il 2022 i Piemontesi che amano l’ancestrale lingua delle generazioni che ci hanno preceduti, con i suoi incisivi proverbi, i suoi caratteristici modi di dire e le bellezze uniche del capoluogo subalpino

La copertina dell’elegante Armanach Piemontèis 2022, a cura di Monginevro Cultura, ANSMI e Piemonte Cultura

A cura di Ël Torèt | Monginevro Cultura, in collaborazione con ANSMI e Piemonte Cultura, è uscito l’Armanach Piemontèis 2022 da collezione, quest’anno dedicato ai 400 giardini e parchi di Torino. S’intitola “Giardini di Torino | Giardin ëd Turin”.

L’elegante Armanach bilingue (italiano-piemontese) contiene 365 proverbi in lingua piemontese, 50 suggestive fotografie di scorci di giardini torinesi, grandi e piccoli, e lo spartito di una canzone del cantautore Beppe Novajra, dedicata a questo tema.

L’opera è arricchita dal contributo di scrittori, storici, giornalisti e piemontesisti, che hanno firmato otto racconti bilingui (in italiano e in piemontese) sui giardini della città, con curiosità, aneddoti e approfondimenti storici sui personaggi famosi che li hanno frequentati.

Uno scorcio autunnale dei Giardini Sambuy, Piazza Carlo Felice, Torino | Foto di Sergio Donna

I racconti bilingui sono opera di Sergio Donna, Piero Abrate, Francesco Albano, Luigia Casati, Massimo Centini, Stefano Garzaro, Achille Maria Giachino, Milo Julini e Anna Perrini. Le fotografie sono di Carla Colombo, Vittorio Greco e Beppe Lachello e di altri photographer del territorio.

Le versioni degli articoli in lingua piemontese sono di Beppe Novajra.

L’Armanach Piemontèis 2022, a tiratura limitata, è un’opera molto curata dal punto di vista tipografico ed è una pubblicazione di notevole valore storico-culturale. Il Calendario è tutto a colori, in carta patinata, con una grafica elegante e raffinata. È una pubblicazione da conservare nel tempo per i suoi contenuti culturali.

Per chi ama la lingua piemontese e le bellezze del patrimonio artistico-storico-culturale torinese, può rappresentare un regalo molto originale da fare a se stessi, o da offrire ad amici e conoscenti come insolita strenna natalizia.

L’Armanach è uscito contestualmente al libro “Giardini di Torino” | Storia, incontri & leggende nei parchi della città, a cura degli stessi Autori, e promosso da Monginevro Cultura: un’intrigante monografia di 260 pagine illustrate, ricca di notizie storiche, con oltre 90 fotografie, utilissima per chi vuol conoscere i segreti dei 400 giardini della città più “verde” d’Italia.

Per info e prenotazioni, rivolgersi a:
☆ segreteria@monginevrocultura.it | 011 043 7207

Oppure:

Libreria Donostia | Via Monginevro 85, Torino | libreriadonostia@gmail.com | 011 385 2559

Edicola Paolucci | Piazza San Carlo 156 ang. Via Santa Teresa, Torino | 011 562 9403

___________________________________

L’Armanach pì bel dël Vintedoi

Non è mai troppo presto presentare / un Calendario che ci fa sognare / Un Calendario, anzi un Armanach / tut piemontèis, che bel! ma varda mach! // Un Armanach con tanti bei proverbi: / quelli dei nostri nonni, d’anni acerbi / che si giocava ancora nei cortili, / coi contadini armati di badili, / e gli operai in tuta nelle bòite: / l’avìo le man nodose e sempre oite. // L’é l’Armanach pì bel dël Vintedoi / tut dedicà ai giardin, e an pias a noi! / Miraco iv ciame: “L’é bel fé trovelo?” / Eh si, ma a venta prima prenotelo!

Un particolare dei Giardini di Piazza Adriano.
Sullo sfondo, il monumento di Giò Pomodoro, “Sole Aerospazio” | Foto di Sergio Donna
Advertisement

Sergio Donna

Torinese di Borgo San Paolo, è laureato in Economia e Commercio. Presidente dell’Associazione Monginevro Cultura, è autore di romanzi, saggi e poesie, in lingua italiana e piemontese. Appassionato di storia e cultura del Piemonte, ha pubblicato, in collaborazione con altri studiosi e giornalisti del territorio, le monografie "Torèt, le fontanelle verdi di Torino", "Portoni torinesi", "Chiese, Campanili & Campane di Torino" e "Giardini di Torino". Come giornalista, collabora con la rivista "Torino Storia". Come piemontesista, Sergio Donna cura da tempo per Monginevro Cultura le edizioni annuali dell'“Armanach Piemontèis - Stòrie d’antan”.

Articoli correlati

Back to top button