Personaggi & IntervisteTorino

Piero Angela compie 90 anni e festeggia in musica con due vecchi amici torinesi

ROMA. Oggi un grande torinese compie 90 anni. E’ Piero Angela, il padre della divulgazione scientifica in Italia. Nato nel capoluogo piemontese il 22 dicembre 1928, con i suoi tanti programmi Piero Angela ha fatto la storia della televisione nel nostro Paese. Il suo compleanno speciale lo festeggia stasera nella sua casa romana. Davanti a nipoti e nipotini si esibirà al piano con un gruppetto jazz di ultra ottantenni. Spiega: «Si tratta di vecchietti, jazzisti come me, che hanno sempre il piacere di ritrovarsi e fare insieme buona musica. Sono torinesi come me e ogni anno ci vediamo per fare musica assieme. E suoneremo ciò che amiamo da sempre».

Angela ha iniziato la sua carriera giornalistica come cronista radiofonico. Con il suo talento nel rendere semplice ciò che è complesso ha saputo creare un rapporto speciale col pubblico. Il suo entusiasmo e la sua voglia di mettersi in gioco restano gli stessi a 90 anni, come il suo grande amore per tutti i campi della scienza e per la ricerca e la voglia di trasmettere queste passioni ai milioni di spettatori che lo hanno sempre seguito. Per l’occasione, la Rai gli ha dedicato una programmazione speciale.

Il divulgatore scientifico torinese, intervistato da AdnKronos, a proposito di scienza ha ribadito la necessità di dover investire molto di più, nell’educazione innanzi tutto: «Spendiamo poco per l’educazione, per la ricerca, per l’innovazione e per tutto quello che rappresenta il motore dello sviluppo moderno. Il rischio è quello di perdere la corsa con le nuove tecnologie che stanno rivoluzionando ogni aspetto della politica, del lavoro e soprattutto dell’economia. Chi non cavalca questa prorompente rivoluzione rimane indietro. Allora se il Paese vuole continuare a essere avanzato, deve investire in questi campi». 

La parola d’ordine, secondo Angela dovrebbe essere “innovazione” per ovviare alla carenza di digitalizzazione della macchina burocratica del nostro Paese. “Nella nostra pubblica amministrazione c’è sempre stato un problema di digitalizzazione anche se alcuni uffici – osserva ancora – funzionano benissimo. Per prendere delle decisioni i politici hanno bisogno di dati che possono essere forniti dalla pubblica amministrazione. E per fare questo bisogna che siano aggiornati e completi. Su questo credo che qualunque governo debba fare una battaglia. E’ la modernizzazione del Paese che è in ritardo”.

Oggi, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha voluto fare gli auguri di compleanno a Piero Angela, come si legge in un twit del Quirinale.

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close