AlessandriaEnogastronomiaTop News

Ciliegia precoce di Rivarone, un frutto tipico del basso Monferrato

Ci siamo. A breve potremo gustare la ciliegia precoce di Rivarone, la cui zona di produzione comprende oltre che il piccolo centro di Rivarone anche i comuni limitrofi di Montecastello e Bassignana, nel basso Monferrato. Il prodotto in questione è una ciliegina tenerina, a maturazione precoce (mediamente 15 maggio), con frutti sferoidali medio grandi, colore rosso scuro sia della buccia che della polpa, tenera, mediamente resistente alle manipolazioni, dal sapore buono, tradizionalmente consumata fresca.

La pianta su cui crescono ha un portamento globoso, di media vigoria, con foglie grandi, ellittiche, a margine seghettato. La presenza e la coltivazione della ciliegia precoce di Rivarone risale a tempi remoti ed è stata documentata da studi storici locali. Un migliaio di ciliegi furono piantati negli Anni Trenta del secolo scorso e da allora, decennio dopo decennio, sono diventati il vanto di Rivarone e dintorni.

Il frutto, appena raccolto, viene messo in cassette o cestini e commercializzato fresco. La presenza e la coltivazione della ciliegia “precoce di Rivarone” in questa zona risalgono a tempi remoti ed è stata documentata da studi storici locali. Oggi, anche se è scomparso il mercato della ciliegia, che richiamava i grossisti della Liguria e Lombardia, i migliori negozi espongono le cassette della “tipica di Rivarone “, che non ha nulla da invidiare alle sorelle più famose che sono il vanto di altre località piemontesi, a partire da Pecetto, nel Torinese, oppure Garbagna, sempre nell’Alessandrino, dove troviamo la ciliegia Bella, un durone di colore rosso brillante e molto croccante. I boeri, dei cioccolatini della tradizione dolciaria piemontese, contengono quest’ultimo tipo di ciliegia che è utilizzata anche in confetture e sciroppi per la sua resistenza alla sfaldatura.

Nella seconda metà di maggio ogni anno Rivarone ospita una sagra dedicata alla sua ciliegia. Purtroppo l’edizione che avrebbe dovuto ternersi fra una ventina di giorni è stata annullata e tutto è stato rimandato al prossimo anno.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close