C’era una volta Carosello: l’amaro Dom Bairo e il fraticello pasticcione Cimabue

Ricordate Cimabue, il simpatico fraticello pasticcione del cCarosello degli Anni Settanta che una cosa faceva e due ne sbagliava? Chi ha già qualche capello grigio o come il sottoscritto di capelli non ne ha più affatto, non può averlo dimenticato, così come altri immortali protagonisti delle réclame dell’epoca, a partire da Carmencita, per proseguire con… Continua a leggere C’era una volta Carosello: l’amaro Dom Bairo e il fraticello pasticcione Cimabue

Antichi mestieri: il falegname, ovvero il “mèist da bòsch”

Quei vecchi e dimenticati attrezzi da “minusié” che oggi son diventati degli “oggetti misteriosi” Da che mondo è mondo, ogni mestiere ha sempre avuto un lessico specifico per chi lo svolgeva, una sorta di vocabolario gergale circoscritto e inequivocabile. In fondo ancor oggi è così: i tecnici informatici, ad esempio, parlano tra loro praticamente una… Continua a leggere Antichi mestieri: il falegname, ovvero il “mèist da bòsch”

Quei toponimi di località piemontesi che alcuni speaker non riescono proprio a pronunciare in modo corretto

Può così capitare che Venarìa diventi un’improbabile Venària, che Bòrgaro diventi impropriamente Borgàro o che San Didéro si trasformi in San Dìdero, con una inadeguata pronuncia sdrucciola. San Didéro (To). Ci sono dei nomi di paesi e di località piemontesi (ma non solo piemontesi) che alcuni reporter, speaker, e persino le voci automatiche dei navigatori… Continua a leggere Quei toponimi di località piemontesi che alcuni speaker non riescono proprio a pronunciare in modo corretto

Quella roccia dei Giardini di Piazza Cavour dedicata a Pinin Pacòt, poeta piemontese…

Una lapide “orizzontale” tra l’erba verde di uno dei più suggestivi giardini torinesi. TORINO. Tra le sorprese che ci offrono i Giardini di Piazza Cavour, tra collinette, passaggi tortuosi, alberi frondosi e imponenti, e scorci architettonici suggestivi, c’è anche una lapide, o meglio, una roccia, posizionata a terra, tra il verde dell’erba, che riporta incise… Continua a leggere Quella roccia dei Giardini di Piazza Cavour dedicata a Pinin Pacòt, poeta piemontese…

Ora la Figc potrà decidere se riassegnare al Torino lo scudetto che fu revocato nel 1927

Una formazione della squadra granata nel corso del campionato 1926-1927

TORINO. Le indagini condotte dagli inquirenti della Figc nei mesi successivi alla conclusione del campionato 1926-1927, che vide il FC Torino conquistare sul campo il suo primo scudetto, per quanto non fossero suffragate da prove inconfutabili, e nonostante che le parti in causa (sia sul fronte granata che su quello bianconero) avessero sempre negato con… Continua a leggere Ora la Figc potrà decidere se riassegnare al Torino lo scudetto che fu revocato nel 1927

Eccellenze: quando la grappa di Barolo sposa le erbe alpine della Valle di Susa…

La fulgida storia della Distilleria Erboristeria Alpina di Susa, produttrice di genepy, amari, grappe e liquori al cioccolato, i cui titolari hanno recentemente ottenuto il titolo di “Maestri del Gusto” SUSA (To). C’è una new entry tra i Maestri del Gusto della Provincia di Torino, onorificenza prestigiosa biennale concessa dalla Camera di Commercio in collaborazione… Continua a leggere Eccellenze: quando la grappa di Barolo sposa le erbe alpine della Valle di Susa…