Personaggi & IntervisteTop NewsTorino

Addio al giornalista Bruno Bernardi, penna storica dello sport torinese

TORINO. Si è spento oggi a 79 anni Bruno Bernardi, detto “Bibì”, storica penna della Stampa che ha dedicato la sua carriera giornalistica allo sport torinese. Figlio di un tifoso del Grande Torino, si era convertito alla fede bianconera, ma aveva mantenuto salda la simpatia per il Toro. Nella sua carriera, infatti, aveva sovente sottolineato di sentirsi il “padre morale dello scudetto granata del ’76”, perché a Pianelli e Bonetto gli acquisti di Pecci e Caporale li aveva consigliati lui.

Negli Anni Ottanta era diventato un volto noto della tv anche per le sue ospitate al “Processo del Lunedì” condotto da Aldo Biscardi, assieme ad altri colleghi illustri come Piero Dardanello e Gianni Romeo e partire da quel periodo per un ventennio siamo stati colleghi alla Stampa. Di lui ricordo soprattutto le chiacchierate in tribuna stampa allo Stadio delle Alpi o agli allenamenti dove sovente ci trovavamo a parlare di tatticismi, cercando di anticipare formazioni, pronosticando risultati e pagelle. Con lui avversario ho disputato anche interminabili sfide tra giornalisti simpatizzanti granata o bianconeri sul campetto dello Sporting. Fu l’unico giornalista invitato da Maradona al suo matrimonio e di questo andava fiero. “La serietà paga, caro Pierino”, mi ripeteva. In effetto il fuoriclasse mal sopportava in genere la stampa, ma con “Bibì” era nato un feeling particolare. Quando iniziava la sfida mi si avvicinava ripetendo “Occhio al tunnel”. E irrimediabilmente qualche attimo dopo faceva passare lesto il pallone tra i miei piedi e con uno scatto improvviso s’involava verso la porta.

Bruno è stato anche un abile scrittore che ha avuto l’onore di produrre la biografia di Gigi Riva, oltre a tantissimi altri libri di successo, gran parte dei quali dedicati ai protagonisti della Juve a partire da Boniperti. Da tempo era gravemente malato e ultimamente era stato ricoverato all’ospedale Mauriziano. Alla sua famiglia le condoglianze mie e della redazione di Piemonte Top News.

Advertisement

Articoli correlati

Back to top button