CronacheVercelli

Violenze e minacce reiterate alla compagna, vercellese di 36 anni finisce in manette

VERCELLI.  Schiaffi, spintoni, insulti e minacce. Proseguivano ormai da anni i maltrattamenti di un uomo di 36 anni di Vercelli sulla compagna. Il nuovo caso di violenza reiterata e mai denunciata è stato scoperto dalla polizia di Vercelli. L’uomo è stato arrestato dalla polizia per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali. Mentre si trovava in mezzo alla strada, ha colpito con pugni e calci la donna, una trentunenne anni originaria di Novara, madre di tre figli avuti da una precedente relazione.

Le liti, iniziate lo scorso anno, sono state contrassegnate da almeno 4-5 episodi di violenza e minacce alla donna da parte del compagno. Il più grave di questi a Pasqua, e aveva causato vistosi ematomi che la vittima aveva fotografato e documentato sul proprio cellulare. Gli agenti hanno accertato che l’uomo aveva posizionato un dispositivo gps nell’automobile della compagna, in grado di localizzare la posizione e registrare le conversazioni. La sim, intestata all’uomo, lo ha inchiodato; ora il trentaseienne si trova in carcere.

Tags

Articoli correlati

Close