AlessandriaCuriosità

Tortona cerca “buoni nasi” per indagare sui cattivi odori delle industrie

TORTONA. Indubbiamente la notizia può apparire curiosa, ma a Tortona sono dell’idea che porterà i suoi frutti . Attraverso l’Ecoprogetto messo in campo dal Comune è prevista, infatti, la creazione di una task-force di persone per una verifica odorigena in prossimità degli insediamenti produttivi, con la speranza di risolvere l’annoso problema degli odori che ogni estate infastidiscono i tortonesi. In città continua continua la ricerca di candidati idonei.  Il progetto si svolgerà tra settembre e marzo del prossimo anno, sotto la supervisione degli specialisti della società lombarda Osmotech, da anni impegnata nello studio e nella catalogazione degli odori: «Essi possono rappresentare un problema di molestia olfattiva per le industrie, le amministrazioni locali, i laboratori e i privati – spiegano dalla sede pavese –. Noi forniamo una misura oggettiva degli odori per mitigare i fattori di stress olfattivo».

Centro storico di Tortona

Possono partecipare alla selezione i cittadini maggiorenni dotati di una spiccata sensibilità olfattiva, purché maggiorenni. Gli interessati devono contattare direttamente la ditta al numero 0382.1726292 oppure tramite e-mail: info@osmotech.it, per poter partecipare prima alla selezione che stabilità la loro sensibilità olfattiva e successivamente all’addestramento specifico in campo, per il riconoscimento degli odori prodotti dagli insediamenti produttivi presenti. Per essere ammessi al progetto i candidati dovranno superare una prova finale di verifica dell’abilità a valutare e discriminare gli odori ambientali.

Non è vincolante il fatto di vivere a Tortona. Alla selezione possono partecipare anche i residenti nei comuni limitrofi, disponibili a spostarsi con auto propria o bicicletta, che non abbiano legami familiari o coinvolgimenti economici con gli impianti produttivi che hanno sede nel Comune di Tortona. E’ palese che  i candidati non devono presentare affezioni  come asma, allergie e altre patologie legate all’apparato respiratorio. Al termine dei sei mesi del progetto sarà corrisposto ad ogni candidato un compenso per i sopralluoghi eseguiti

Tags

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close