LibriPrimo PianoTorino

Torino magica e Gustavo Rol nel nuovo giallo di Enzo Orlando

TORINO. Dopo il grande successo del suo lavoro d’esordio Il diario Lombroso e il killer dei musei, lo scrittore Enzo Orlando torna a farci rivivere le magie di Torino, dei protagonisti che l’hanno abitata, l’hanno caratterizzata infondendo mistero e trascendenza. Dal 9 maggio arriva infatti nelle librerie e in tutti gli store on line il romanzo L’ombra di Rol – una nuova indagine del commissario Moretti, che rientra a pieno titolo nella collana giallonero, edito da Bonfirraro. Il libro verrà presentato per la prima volta al pubblico venerdì 10 maggio alle ore 18.30 presso lo SpazioNizza11 di Torino.

Se nel suo primo romanzo Enzo Orlando ha dato voce a due dei simboli cardini di Torino, il Museo Lombroso e il Museo nazionale del Risorgimento, con il secondo romanzo si rievoca la figura misteriosa e storica di Gustavo Rol, il sensitivo torinese che ha diviso in due l’opinione pubblica, tra chi lo stimava e ne seguiva con interesse le “doti sovrannaturali”, e chi invece lo accusava e lo criticava pensandolo quale inventore di infondate e inesistenti illusioni.

Dunque, una nuova indagine per il commissario Moretti, nuove piste e nuovi contesti si ripresentano: da un lato Torino, i Portici di Carta e l’assassinio di un libraio, e dall’altro il meridione del 1861, ed efferati delitti a sfondo sessuale ai danni di giovane ragazze. La storia intreccia passato e presente, in una continua indagine che porterà Moretti di fronte un bivio: due piste, una legata a delitti risalenti al 1861, pista che viene aperta da una missiva trovata in casa del libraio assassinato. La seconda riporta Moretti nuovamente indietro nel tempo, stavolta però gli si ripresenta la medium, già protagonista durante la sua precedente indagine per l’omicidio Lombroso.

Articoli correlati

Close