Eventi, Sport & Tempo LiberoTorino

Torino diventa palcoscenco mondiale delle problematiche ambientali

TORINO. Per due giorni il capoluogo piemontese diventa il palcoscenico mondiale delle problematiche ambientali. Oggi (venerdì 26) e domani (sabato 27) è in programma Climathon 2018, la maratona di 24 ore in cui esperti di tutto il mondo lavorano per trovare soluzioni in collegamento diretto con le diverse città che aderiscono all’iniziativa.  Per il terzo anno consecutivo la città di Torino partecipa a questo evento promosso da Climate-KIC, il più grande partenariato europeo sulla mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici, in partnership con Environment Park di Torino e il Polo d’innovazione Clever. Nella passata edizione hanno partecipato 104 città provenienti da 44 paesi di tutti i continenti. Quest’anno la partecipazione sarà di 116 città da tutto il mondo, 16 italiane.

Il capoluogo è stato scelto come sede del Main Stage, un evento globale, in collegamento con tutto tutte le città del mondo partecipanti, che fonde scienza e spettacolo sui temi legati ai cambiamenti climatici: due giorni che vedono susseguirsi diversi format come lectio magistralis, interviste e pitches, con ospiti provenienti da tutto il mondo. Il Main Stage si svolge per la prima volta in Italia e precisamente all’Environment Park. Il Climathon si svolge attraverso un format di 24 ore durante le quali i partecipanti, suddivisi in gruppi di lavoro, con il supporto di esperti, tecnici, ricercatori e facilitatori, sviluppano idee e soluzioni concrete che saranno valutate da una giuria che premierà la soluzione migliore per la città.

Oggi e domani, negli spazi di Environment Park e del Museo A come Ambiente i circa 80 partecipanti suddivisi in team e coadiuvati da esperti, avranno a disposizione 24 ore per elaborare soluzioni che aiutino la città a diventare resiliente per gestire al meglio eventi di pioggia estremi.

Alla fine della competizione una giuria composta da esperti e rappresentanti dei partner coinvolti nell’iniziativa selezionerà e premierà il o i progetti migliori. Gli eventi climatici estremi stanno innescando cambiamenti di impatto sempre maggiore sul territorio e sulle risorse ambientali; in particolare, con riferimento al ciclo idrologico, sono cambiamenti di grande rilievo: la riduzione della disponibilità di risorse idriche, l’incremento dei processi erosivi e l’aumento del rischio alluvionale. Ecco dunque il senso del titolo di quest’anno: Preparare la città e i cittadini ad affrontare eventi estremi legati alle precipitazioni. Il Premio del Climathon Torino 2018 sarà assegnato alla proposta che risponderà meglio ai criteri citati e otterrà quindi il maggior punteggio da parte della giuria.

Tags

Articoli correlati

Close