AlessandriaLibriPrimo Piano

Storie di calcio e di guerra nell’ultimo romanzo di Corrado Bertinotti

CASALE MONFERRATO. Verrà presentato sabato 8 giugno alle ore 17.30 nella Sala delle Lunette di via Cavour 5 a Casale Aiutavo il destino (Robin&Sons, 2018), ultima fatica letteraria di Corrado Bertinotti, torinese, 51 anni, ex giocatore ed allenatore di basket ed oggi avvocato. Con l’Autore parteciperanno Nicoletta Berrone (dirigente scolastico dell’istituto Leardi), Roberto Botta (direttore della biblioteca) e Sergio Favretto (avvocato e saggista storico). L’ingresso è libero.

“Aiutavo il destino” è il secondo romanzo scritto dall’autore torinese: sette anni fa aveva dato alle stampe il romanzo “Ecco venire la notte” che aveva ottenuto lusinghieri consensi. La nuova storia è ambientata a Casale e proprio per questo l’autore ha scelto la città monferrina per la sua presentazione ufficiale. Protagonista è Alessio, calciatore che vince il campionato del 1913-14 con la maglia del Casale ma non ha neppure il tempo di assaporarne la gioia, a cui si unisce l’incontro con la “donna dei suoi sogni”: si ritrova infatti precipitato nell’orrore delle trincee della Prima Guerra Mondiale, tragico destino di una generazione di italiani. Nel racconto si intrecciano le vicende casalesi con quelle del club nerostellato, mentre sta per consumarsi il dramma della guerra vissuta sul terribile fronte del Carso.

“Alessio – scrive Sergio Favretto – mescola l’innata vocazione calcistica con la durezza della guerra, ricorda il colore e il profumo del prato e vorrebbe che il presente amaro della guerra si convertisse in quel prato verde di gioco. Sa che è solo un pio desiderio, ma vuole vivere l’istante con questa illusione. In moltissime pagine riecheggia la figura di una donna, dai riccioli neri. E’ appena tratteggiata, come le sfumature di un dipinto ad acquarello… eppure ritorna con insistenza a sottolinearne la pervasività fino alle ultime pagine. Dialoghi efficaci, essenziali, mix di gergo dialettale e sintassi arricchita. Nessun regalo alla sovrastruttura ridondante, pochissime parole e tutte misurate. Le pagine scorrono, si leggono al brucio; la prosa è scioltissima, punteggiatura parsimoniosa”.

Corrado Bertinotti, Aiutavo il destino, Robin&Sons, pagine 296, euro 15

Articoli correlati

Close