Statuto in concerto all’Hiroshima Mon Amour: protagonista è il football

TORINO. Da sempre veri appassionati, tifosi e praticanti del calcio, gli Statuto propongono  la loto tournèe intitolandola  “Football tour club 2018-2019” con scadenza temporale a calendario “sportivo” (da ottobre’18 a maggio ’19). La band torinese presenta per la prima volta in Italia un concerto/spettacolo con suoni e visioni interamente dedicati al mondo del calcio. L’appuntamento torinese è all’Hiroshima Mon Amour stasera venerdì 9 novembre, alle ore 21.

Oltre alle loro numerose canzoni a tema calcistico già presenti nel loro repertorio, scritte anche in collaborazione con Enrico Ruggeri, Paolo Belli e altri artisti, gli Statuto eseguiranno versioni riarrangiate di alcuni grandi classici “a tema” della canzone italiana come, ad esempio, Un’estate italiana di Bennato/Nannini, La leva calcistica del ’68 di De Gregori, Una vita da mediano di Ligabue e le sigle più conosciute dei programmi calcistici come quelle di “Tutto il calcio minuto per minuto”, “Domenica Sprint”, “La Domenica Sportiva” e “90° minuto”.

Nati nel 1983 prendono nome dalla piazza dove si ritrovano i Mods a Torino, dei quali sono diventati l’espressione musicale anche a livello nazionale. Primi in assoluto in Italia a suonare ska e con testi in italiano, pubblicano il primo album nel 1988. Nel 1992 raggiungono il massimo della popolarità nazionale grazie alla partecipazione al Festival di Sanremo con il brano Abbiamo vinto il Festival di Sanremo, che si piazza in finale nella manifestazione canora e raggiunge immediatamente la hit-parade dei singoli dove rimane per ben due mesi.

Gli Statuto sono una realtà unica nel panorama della musica italiana, perché con il loro stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi, spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica ora diventata di “moda” che non si limita al solo ska, ma passa anche per il soul e il beat. Gli Statuto sono: Oskar (voce) – Naska (batteria) – Enrico Bontempi (chitarra)- Rudy Ruzza (basso)

Biglietti disponibili su www.ticketone.it al costo di  11,50 euro.

 

Roberta Bruno

Torinese, classe 1961, è maestra professionista di tennis. Da sempre appassionata di musica, ha seguito numerosi concerti di artisti di livello internazionale sia all'Italia, sia all'estero.