Record nella Provincia Granda, ultracinquantenni cuneesi diventano mamma è papà

CUNEO. La nascita di Mosè, avvenuta all’ospedale Santa Croce di Cuneo, è fuori del comune per l’età dei genitori: il papà, Giovanni Dalmasso, ha 59 anni, mentre la mamma, Stella Milanesio, ne ha 55 ed è rimasta incinta naturalmente. Una gravidanza spontanea a quell’età non è di certo qualcosa di molto comune. La donna, infatti racconta: «In tanti ce l’hanno sconsigliata, ma grazie a Dio, alla fine è andato tutto bene. Ho affrontato una gestazione serena e senza alcun tipo di problema. Quando mi hanno detto che era un maschio ho deciso di chiamarlo Mosè. Per me, che sono nonna da due anni, è stata una gravidanza più consapevole. Senza tutte le paure che hanno le neo mamme. Il problema, all’inizio, è stato dare la notizia agli altri figli, tutti cresciuti e ormai fidanzati».

La loro è una famiglia di margari. Sono proprietari di mucche che vengono portate in alpeggio al Pian del Re, sopra Crissolo e ai piedi del Monviso. Gente abituata a lavora sodo dal mattino alla sera, a stretto contatto con la natura.  Oltre al nuovo arrivato, la coppia cuneese ha altri tre figli. Davide ha 34  anni e lavora in un ristorante, Christopher ne ha 28 ed Elia 22. Gli ultimi due, oltre a studiare all’università, aiutano anche i genitori nell’azienda di famiglia. E’ il più grande dei tre ad essere papà di una bimba di due anni. Quindi, Mosè ha una nipote più grande di lui.

Statisticamente solo due donne su un milione hanno un figlio dopo i 50 anni. Se a trent’anni l’ovaio ha già perduto circa l’88% degli ovociti, a 40 anni, il 97%. I 50 anni rappresentano le «colonne d’Ercole della fertilità femminile», come li definisce la ginecologa Alessandra Graziottin.

Stella e Giovanni, dieci anni fa, speravano di poter avere un altro bambino in casa, ma tutti i loro tentativi sono stati vani. Proprio per questo, entrambi avevano perso le speranze. Quando hanno scoperto l’arrivo di Mosè sono volati al settimo cielo. Alcuni, ovviamente,  gridano allo scandalo, ma loro, i genitori sono felici e fanno spallucce, non se ne preoccupano assolutamente. Alla coppia non interessa del giudizio della gente, ma considerano l’arrivo del loro piccolo, come un dono dal Cielo.