Torino

Provincia Incantata fa tappa domani a San Giorgio C.se

SAN GIORGIO CANAVESE. Vigneti di montagna e alta collina, castelli, vigne e produzione di vino. Sono questi gli elementi peculiari del circuito di visite guidate teatrali “Provincia Incantata”, che prosegue domenica 12 maggio a San Giorgio Canavese. Quest’anno il tour rivolge lo sguardo in particolare ai vigneti di montagna e alta collina, ai castelli, alle vigne che in quelle zone si coltivano e al vino che vi si produce.

Una veduta di San Giorgio Canavese

Sono gli Dei dell’Olimpo ad accompagnare il pubblico nei viaggi di scoperta e meraviglia. Divinità a volte crudeli, a volte rissose, ma allo stesso tempo travolgenti, passionali e divertenti, così come travolgenti sono le storie che si celano nei luoghi del territorio torinese. Nei siti e nelle dimore storiche coinvolti in “Provincia Incantata” protagonista delle visite guidate è invece una squadra investigativa tutta particolare: i “Sì che Sai” di Torino, grandi esperti in segreti e misteri insoluti.

La parrocchiale di San Giorgio Canavese

Domenica 12 maggio la partenza della visita guidata teatrale è prevista alle 15 all’azienda Cieck di Cascina Castagnola 2 a San Giorgio. La passeggiata durerà due ore e mezza circa. Il percorso si snoderà tra i sentieri dei vigneti dell’Erbaluce di San Giorgio e toccherà anche il Santuario della Madonna di Misobolo, ove si trova una sezione del museostorico-etnografico “Nòssi Ràis” dedicata al vino, con in mostra molti strumenti di lavoro che descrivono la coltivazione della vite, la raccolta e la lavorazione delle uve, dal mosto al vino all’imbottigliamento.

Al termine della passeggiata sarà possibile visitare la cantina dell’azienda agricola Cieck. La degustazione avverrà invece a San Giorgio Canavese, nell’ambito della mostra mercato della terra e della biodiversità. La visita teatrale è gratuita, mentre è previsto un contributo di 5 euro per la degustazione dei vini.

Il calendario completo di “Provincia Incantata” lo potete consultare cliccando QUI.

Articoli correlati

Back to top button
Close
Close