AstiEventi, Sport & Tempo Libero

Piovà Massaia celebra la menta con mostre, spettacoli, enogastronomia

PIOVA’ MASSAIA. Da giovedì 31 maggio a domenica 3 giugno si svolgerà la settima edizione di Profumata.menta. La tradizione della menta a Piovà risale al dopoguerra, quando la famiglia Robba – Devecchi, originaria di questo paese, ma trasferita a Pancalieri, decise di iniziare un’attività di coltivazione soprattutto in località Gallareto. Purtroppo le condizioni climatiche avverse li fecero desistere dal proseguire e per questa ragione la produzione continuò soltanto nella pianeggiante Pancalieri, la capitale della menta per eccellenza, anche se a Piovà restò un alambicco, dove si produsse ancora per un po’ un profumato distillato. Attraverso questo evento, che si è inserito con successo nel circuito della strada del Vino “Ritorno alla Fiera”.

Le varie applicazioni della menta, in cucina, erboristeria, medicina, estetica e così via, infatti, nei giorni della festa, vengono riscoperte e applicate tutte, dando origine ad una manifestazione che soddisfa le esigenze di un pubblico tra i più svariati, come ha dimostrato il grande successo ottenuto nelle scorse edizioni. Piovà Massaia racchiude una serie di tesori importanti, primi fra tutti la chiesa monumentale parrocchiale, opera di Benedetto Alfieri, e le rovine della chiesa romanica di San Martino, un esemplare unico nel suo genere perché dispone di una doppia abside, che sta a dimostrare che è un esempio di romanico tra i più antichi in assoluto, collegato ai primi culti cristiani.

Piovà è inoltre il paese natale di importanti personaggi, quali il musicista Giovanni Battista Polledro, che suonò addirittura con Beethoven e del Cardinal Guglielmo Massaja, le cui imprese sono ormai note a tutti e che proprio lo scorso anno è stato proclamato Venerabile. “Profumata-menta” è quindi l’occasione per visitare questi luoghi, anche viaggiando su un simpatico trenino che attraversa il centro storico, e conoscere le realtà di questi grandi uomini piemontesi, grazie alle mostre tematiche realizzate dalle associazioni locali, in particolare l’Associazione Frà Guglielmo Massaia. Oltre al mercatino dei prodotti tipici e dell’artigianato e alle mostre allestite, vi saranno spettacoli di teatro di strada e giocolieri, esibizioni itineranti della Banda Musicale “Aurora”, giochi per bambini, gare di bocce, fattorie didattiche, conferenze tematiche, il tradizionale banco di beneficenza e molto altro. Per tutta la giornata resteranno aperti e visitabili il Centro Didattico Polledro, il Museo del Combattente e la Casa delle Caramelle, uno spazio dove praticare yoga e biodanza tutto l’anno. Durante tutta la manifestazione la Pro Loco curerà un servizio di ristorazione con un menù interamente a base di menta e presso la Bocciofila, proprio dove un tempo sorgeva il famoso alambicco, si terrà il mojito party.

Tra le mostre da visitare: I Moriondo – Ingegno e pittura del primo ‘900 (Palazzo Municipale, Sala del Consiglio, piazza Marconi); Un viaggio nel tempo tra menù, ricette e tavole imbandite (sede associazione Fra’ Guglielmo Massaia, piazza Don Borio); “Tor des geants” Gara di marcia estrema in Valle d’Aosta. Video, curiosità, informazioni (salone polivalente di Piazza San Martino); Cardinal Massaja – missionario cappuccino in Etiopia (chiesa parrocchiale, piazza Don Borio); I miei colori, le mie stagioni – Personale del pittore Francesco Bonini (via Roma n. 26).

Tutte le info sul sito www.piovamassaiaturismo.it/profumata-menta/

Tags

Simona Azzinnari

Laureata in Scienze del Turismo, ha collaborato con la redazione web di TorinoGiovani, occupandosi di organizzazione e implementazione di nuovi contenuti e gestione di pagine social. E' appassionata di viaggi, turismo e gastronomia.

Articoli correlati

Close