Personaggi & IntervisteTop News

Nati il 29 giugno: il pittore Giovanni Maria Borri e il ciclista Pietro Fossati

Tra i piemontesi illustri nati il giorno di San Pietro e Paolo ricordiamo il pittore sommarivese Giovani Maria Borri, vissuto nel XIX secolo, e il ciclista originario di Novi Ligure Pietro Fossati (1905-1945).

Giovanni Maria Borri nasce a Sommariva del Bosco (Cn) il 29 giugno 1811. Oggi viene ricordato soprattutto come pittore di nature morte, genere nel quale guarda allo stile dei pittori fiamminghi e raggiunge una notevole abilità, tanto che viene talvolta ricordato come “pittore dei pentolini”. Nel 1854 conduce all’altare la compaesana Teresa Tesio che gli darà ben dieci figli, tre maschi e sette femmine, che divengono negli anni soggetti della sua attività ritrattistica.

Borri è un assiduo espositore alla Società Promotrice delle Belle Arti di Torino, mentre nel suo paese natale lascia opere di soggetto sacro in diverse chiese. Una sua opera è conservata nel Museo civico di Cuneo. Tra i suoi estimatori ci sono il conte Luigi Reviglio della Veneria, il principe Viddoné e il senatore Lavini. Borri muore a Torino il 2 marzo 1876: non ha ancora compiuto il sessantacinquesimo anno di età.

Nel 2007, Sommariva vuole ricordarne la figura, allestendo una grande “postuma” allestita dall’Associazione Culturale Santi Bernardino e Orsola e il cui catalogo è stato curato da Anita Piovano. 

Pietro Fossati è originario, invece, di Novi Ligure (Al), dove nasce il 29 giugno 1905. Malgrado l’opposizione della madre e della sorella, decide intraprese l’attività di ciclista. Da dilettante vince i campionati italiani nella categoria Liberi e, passato professionista, si aggiudica la Coppa del Re, la Coppa Placci e il Giro di Lombardia, tra il 1927 ed il 1929, anni che lo vedono anche terzo nella Milano-Modena e nuovamente in un Giro di Lombardia.

E’ inoltre secondo nel Giro dell’Emilia del 1929 e nella Corsa del XX Settembre del 1927. Muore il 13 marzo 1945, a causa dei bombardamenti alleati sullo stabilimento novese dell’Ilva. Per aiutare la sua famiglia viene organizzata il 1º giugno 1947 una gara di calcio femminile a Novi Ligure tra le atlete di Torino e Genova.

Articoli correlati

Close