EnogastronomiaTop NewsTorino

Le gelaterie torinesi con una sorprendente anima romagnola: “La Romana”

TORINO. I più considerano le gelaterie La Romana come delle gelaterie tipicamente torinesi, forse perché i gelati La Romana sono apprezzati in città ormai da molte generazioni di Torinesi. Qualcun altro, invece, ingannato dal nome, potrebbe supporre che il marchio sia dovuto a lontane radici romane dei fondatori. Nulla di tutto ciò. O meglio, precisiamo: a Torino i gelati “La Romana” rappresentano sì un must di qualità ormai da decenni, e molti li considerano un’eccellenza torinese a tutti gli effetti, ma la capitale d’Italia non c’entra affatto.

La prima gelateria La Romana nasce infatti nel cuore del centro storico di Rimini più di settant’anni orsono (nel 1947, per la precisione), prendendo il nome dalla figlia del fondatore, che si chiamava, appunto, Romana. Qualche anno dopo, il maestro gelatiere Vito Zucchi, capostipite della famiglia che tuttora gestisce l’azienda, rilevò l’attività preesistente: grazie alla sua fervida fantasia, al suo acume imprenditoriale, e con l’impiego esclusivo e scrupoloso di sole materie prime di assoluta di qualità, iniziò ad estendere la gamma dei gusti dei gelati La Romana, da sempre prodotti con sistemi tradizionali, nel rispetto di antiche e segrete ricette artigianali, e che sempre più deliziavano i palati dei consumatori.

La passione di Vito Zucchi era davvero contagiosa. E fu naturale trasmetterla ai figli: “Sentendo il profumo dello zabaione, ci ritorna in mente quando il babbo cuoceva sul fuoco, dentro un pentolone di rame, quegli ingredienti dei quali non conoscevamo il nome, ma solo il sapore. Volevamo provarci, volevamo tenere in mano anche noi quell’enorme cucchiaio di legno e mischiare per ore…”

Così continuano Ivano e Massimiliano Zucchi: “Era bello essere invidiati da tutti i bambini che con 100 lire in tasca facevano la fila per il fiordilatte o la crema, che il babbo sapientemente preparava. Lo spiavamo, anche da lontano, per memorizzare quei gesti che ai nostri occhi lo rendevano un maestro e che ci avrebbero permesso di fare il mestiere più bello del mondo. Ricordiamo la fila in gelateria, la mamma impegnata alla cassa e il babbo a preparare il gelato. Io e mio fratello aiutavamo in quei piccoli lavoretti che ci facevano sentire grandi: per noi era un gioco, e sapevamo che a fine giornata avremmo ricevuto un cono gelato come premio. Affascinati dalle enormi spatolate di gusti appena mantecati, che il babbo esibiva con orgoglio, aspettavamo impazienti che la fila terminasse, ma piazza Ferrari era sempre gremita di gente… e la fila sembrava non finire mai. Ora capiamo che questi ricordi non appartengono solo alla nostra famiglia, ma a tutte quelle persone che oggi, proprio come allora, ancora scelgono un gelato La Romana.”

La Romana in via Santa Teresa 6

Questi i ricordi, i segreti, la storia, le radici di un’azienda che rappresenta una delle eccellenze dell’arte gelatiera italiana. Ma uno dei segreti de La Romana è anche quello di saper star sempre al passo coi tempi, per vivere il presente da protagonisti, e gettare le basi per un futuro di crescita e di ulteriori successi: “Il nostro gelato racchiude in sé tradizione, ricerca, innovazione, emozione. Abbiamo ereditato la professione da nostro padre, e ne abbiamo fatto la nostra passione: vogliamo continuare a nutrire, coccolare e sorprendere i nostri consumatori. La Romana è un’esperienza, un incontro, uno scambio: artigiani per tradizione e passione dal 1947 in continuo movimento e ricerca”.

La sede operativa de La Romana, che produce anche torte gelato, semifreddi, dessert ed altri dolci gelati, è ancor oggi a Rimini, in via Marecchiese 314. Ma i punti vendita delle gelaterie La Romana sono da tempo diffusi in molte città italiane, ed hanno ormai raggiunto un totale di quasi 40 gelaterie.

La sede di corso Inghilterra, sempre a Torino

Torino è una piazza storica per i gelati La Romana: ricordiamo la gelateria di corso Inghilterra 31/a, quella di via Santa Teresa 6 (recentissima), quella di corso Sebastopoli 190,  e quella di Via Madama Cristina 73/a. Una gelateria La Romana è presente anche a Rivoli e in altri centri della Città Metropolitana di Torino, con la formula del franchising. Le gelaterie La Romana sono presenti anche all’estero: a Madrid (dal 2013) e a Vienna (dal 2015). Oltre che per la qualità dei gelati, i punti vendita La Romana si distinguono per il modo molto accattivante di presentare e servire il prodotto, in un’ambientazione che potremmo definire “classicamente moderna”, con un’eccellente illuminazione e talora con un sottofondo musicale soft che invita ad una degustazione ideale e rilassata delle specialità offerte.

Sergio Donna

Torinese di Borgo San Paolo, è laureato in Economia e Commercio. Presidente dell’Associazione Monginevro Cultura, è autore di romanzi, saggi e poesie, in lingua italiana e piemontese. L’ultimo suo romanzo, "Lo scudetto revocato” è ispirato al presunto illecito sportivo che portò alla revoca del primo scudetto conquistato sul campo dal FC Torino. Come piemontesista, Sergio Donna cura da tempo le edizioni annuali di “Armanach Piemontèis - Stòrie d’antan”.

Articoli correlati

Close