Torino

Enrico Porro alla ricerca del prezioso Oriente e delle sue stelle

TORINO. Da sabato 19 maggio, con inaugurazione dalle ore 18.30, fino a domenica 3 giugno sarà possibile visitare la mostra Cercando Nagjma, presso lo Spazio Math12 dell’Associazione Camera d’Arte (via Silvio Pellico 12). L’artista piemontese Enrico Porro, curato da Luca Rendina, esporrà un nuovo ciclo di lavori di grande dimensione su carta e tela, ma anche su stoffa e metallo, delicate ed intime e con rimandi all’Oriente prezioso, spirituale e meditativo. L’artista indaga sulla sospensione del vero e dell’immaginato, con mutamenti di luce e segni di ricordi. In questa serie di opere, intitolate Cercando Nagjma – che in arabo vuole dire stella – tornano alla mente quelle nate dallo straordinario viaggio verso Sud vissuto da Henri Matisse o da Paul Klee.

Il punto di partenza vede un’ipotetica superficie posta di fronte all’osservatore dove, dal nulla, appare l’immagine e dove il lavoro dell’artista traccia un difficile percorso interiore fra continuità e discontinuità. Si tratta di un lavoro di ricucitura tra percezione e memoria, tra immagine ed immaginazione. Una coscienza che si riconosce e si concretizza nella forma, come progetto e come esperienza mistica e profonda. 

Per maggiori informazioni consultare il sito www.enricoporro.com oppure www.math12.it.

Tags

Valeria Glaray

Laureata in Servizio Sociale ed iscritta alla sezione B dell’Albo degli Assistenti Sociali della Regione Piemonte. Ha un particolare interesse per gli argomenti relativi alla psicologia motivazionale e per le pratiche terapeutiche di medicina complementare ed alternativa. Amante degli animali e della natura.

Articoli correlati

Close