Cultura & SpettacoliTorino

Da un mix di danza e canto la pièce “Azzurra come la neve”

AVIGLIANA. Dalla rilettura della leggenda medievale di Azzurrina, bambina nata albina e costretta a nascondere la propria diversità per via delle superstizioni del tempo che associavano l’anomalia congenita a eventi di natura diabolica, è nata una performance che sarà presentata al Teatro Eugenio Fassino di Avigliana. Nell’ambito del ciclo Family Concert della stagione in corso di Rivolimusica, insieme alla rassegna Borgate dal Vivo, domenica 17 marzo alle ore 17 sul palco del teatro di via IV Novembre, va in scena Azzurra come la neve di Marco Amistadi, una storia fatta di coinvolgente poesia. 

La danzatrice Elena Valente interpreta il mondo di Azzurra insieme allo stesso Amistadi che si divide tra canto, oboe, tastiera, glockenspiel giocattolo sullo spazio dominato da una scenografia accurata e fantasiosa ideata da Tecnologia Filosofica e dalla pittrice e scenografa Simona Balma Mion. Sullo sfondo sagome dipinte, figurini variopinti e sfondi immaginifici proiettati in tempo reale sui pannelli componibili creati da Damiano Gusmeroli.

Nella pièce l’autore approfondisce il tema delle superstizioni, crea connessioni visive e letterarie con riferimenti a libri, opere pittoriche, animazioni, illustrazioni e fumetti; scopre la bella versione di Angela Nanetti, con le archetipiche illustrazioni di Octavia Monaco, una delle voci più alte e interessanti del panorama italiano. Segue l’analisi di opere fumettistiche avvincenti, liriche e riflessive, dove l’avventura, il coinvolgimento, la sintesi e il sogno restano elementi caratterizzanti.

Il risultato è «Azzurra come la neve», una vicenda ancorata al concetto di diversità, seppure divertente, appassionante, onirica. Le musiche dal vivo, originali e composte per l’occasione, accompagnano lo spettacolo e ne determinano ogni sfumatura.

Biglietti: 5 euro. Età consigliata: 8-13 anni.

Info: 011.9564408  –rivolimusica@gmail.com

Articoli correlati

Close