Concluso al Lingotto il Gruppo Bilderberg con 120 magnati dell’economia mondiale

TORINO. Ha chiuso i lavori stamane al Lingotto  il Gruppo Bilderberg,  meeting annuale del club fondato nel 1954 da David Rockfeller (in foto). All’incontro torinese hanno partecipato 120 personalità provenienti da oltre 20 Paesi del mondo. I lavori del meeting, a porte chiuse, erano iniziati giovedì scorso. Al meeting hanno partecipato economisti, magnati  della finanza, banchieri che hanno parlato  di molti dei più importanti temi economici e politici globali. Tra questi il governatore della Banca d’Inghilterra Mark Carney, il re Willem-Alexander dei Paesi Bassi, il miliardario Peter Thiel. Tra gli italianiJohn Elkann, Salvatore Rossi, direttore generale della Banca d’Italia e il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato del Vaticano. Erano presenti anche gli economisti Alberto Alesina e Marina Mazzuccato, la senatrice a vita Elena Cattaneo, Giampiero Massolo, presidente dell’Ispi. Nonostante i nomi dei partecipanti siano pubblici, la conferenza è estremamente riservata e chiusa al pubblico e ai media. Inoltre le discussioni durante la conferenza non vengono mai riportare all’esterno.
«L’incontro Bilderberg 2018 nella bellissima città di Torino è stato un grande successo – sottolinea un portavoce del meeting in un comunicato  – grazie a piacevoli dibattiti e un’ospitalità altamente professionale e calorosa che ha lasciato un’impressione durevole sui partecipanti. Desideriamo ringraziare tutte le persone ed autorità che hanno reso possibile questa esperienza. Stiamo tornando alle nostre case come ambasciatori per il magnifico territorio piemontese e questo paese meraviglioso».