AlessandriaCronache

Casale, ergastolo per l’uomo che uccise la moglie con una coltellata

CASALE MONFERRATO. È stato condannato all’ergastolo Kujtim Hasanaj, 51 anni, colpevole di aver ucciso la moglie, Elena Seprodi, 48 anni. L’episodio, che risale al 15 settembre 2017, si era consumato nella cucina della loro abitazione di Casale in strada per Asti. Hasanaj era stato condannato, in abbreviato, a 20 anni: il gup di Vercelli gli aveva concesso le attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti. La Corte d’Appello di Torino ha inasprito la pena infliggendo all’uomo l’ergastolo, escludendo ogni beneficio.

L’uxoricida Kujtim Hasanaj (foto tratta da Facebook)

Quel primo pomeriggio del 15 settembre di due anni fa Hasanaj colpì la moglie con il coltello all’addome. Le urla della donna richiamarono l’attenzione di alcuni agenti della polizia locale nella palazzina di fronte, sede della Protezione civile. I vigili intervennero immediatamente impedendo all’uomo la fuga e preservando la scena del crimine, prima del pronto intervento dei carabinieri che arrestarono l’uomo. Due giorni dopo a Casale venne organizzata una fiaccolata per ricordare la vittima. In seguito a questo episodio la Regione ha aperto aprire anche a Casale Monferrato una sede del centro antiviolenza Me.Dea, che è stata inaugurata a fine maggio del 2018 anche nel ricordo della vittima Elena Seprodi.

Articoli correlati

Close