La Sagra del Tomino di Rivalta compie 30 anni: si festeggia per quattro giorni

RIVALTA. Torna domenica 23 la Sagra del Tomino e quest’anno compie trent’anni. Con  la sua tradizione ultra-centenaria, il tomino rappresenta un’eccellenza del territorio ed è un pezzo importante della storia di Rivalta.

L’edizione di quest’anno prevede un programma ricco di appuntamenti che, come sempre, non si limita alla sola giornata di domenica. Da giovedì 20 a sabato 22 si terrà la consueta tre giorni di Aspettando  la  Sagra, in cui verranno proposti: l’aperitomino, i laboratori didattici tenuti da esperti caseari, le degustazioni di formaggi guidate da assaggiatori dell’Onaf (Organizzazione Nazionale Assaggiatori Formaggio) e la cena itinerante del sabato sera, accompagnata dallo street magic di Marco Berry. Mentre domenica 23, dalle ore 9 alle ore 19, si terranno eventi, mostre e conferenze che faranno da contorno alla mostra-mercato casearia che animerà le vie del centro storico. avranno anche uno spazio le rievocazioni storiche, in cui sono previste visite animate al giardino del Castello e quadri di vita medievale lungo le mura. Per tutta la giornata i negozi e le attività commerciali rimarranno aperti per offrire specialità e prodotti tradizionali. Inoltre, anche quest’anno, domenica 23 sarà possibile usufruire del servizio navetta (gratuita) dai quartieri, in modo da permettere a tutti di raggiungere con comodità il centro e partecipare alla Sagra.

L’assessore al Commercio di Rivalta, Nicola Lentini (in foto), afferma che «il tomino è una storica eccellenza rivaltese, iscritto al registro DECO ed è incluso tra i Prodotti Agroalimentari Tradizionali. La sagra è un’occasione per far conoscere a tutti, e per far riscoprire a noi, un pezzo delle nostre radici e della nostra storia, che qui passa anche attraverso il «saper fare» degli artigiani caseari. La Sagra del Tomino non significa però solo folklore. Da parte nostra ci stiamo impegnando per valorizzare, far conoscere e apprezzare la cultura enogastronomica attraverso i seminari e laboratori del gusto in programma durante i quattro giorni di festa».

In concomitanza con il Salone del Gusto di Torino e grazie alla disponibilità delle famiglie Rivaltesi, anche quest’anno la città ospiterà una decina di delegati di Terra Madre, che avranno l’opportunità di partecipare alla Sagra del Tomino. Per stimolare l’incontro e lo scambio di esperienze è in programma per venerdì 21 la Cena Gialloblù (i colori di Rivalta), a base di piatti e prodotti tipici piemontesi, offerta ai delegati dalla Pro Loco in collaborazione con l’amministrazione comunale. Una serata in cui sono invitati tutti i rivaltesi ad organizzare la propria cena di famiglia in piazza Martiri della Libertà, per dare così vita ad un momento di festa. Infine, l’edizione 2018 della Sagra sarà intitolata alla memoria di Massimo Borgatti, Francesco Quaranta e Roberto Toso, stimati artigiani e commercianti del settore caseario scomparsi nei primi mesi di quest’anno.

Per maggiori informazioni è possibile consultare il programma dettagliato sul sito www.comune.rivalta.to.it.

Valeria Glaray

Valeria Glaray

Laureata in Servizio Sociale ed iscritta alla sezione B dell’Albo degli Assistenti Sociali della Regione Piemonte. Ha un particolare interesse per gli argomenti relativi alla psicologia motivazionale e per le pratiche terapeutiche di medicina complementare ed alternativa. Amante degli animali e della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *