Beatles Day Torino, tre band “inclusive” come chiave di integrazione

TORINO. Il linguaggio universale della musica non parla solo di storia e di divertimento, ma anche di integrazione ed è questa la nuova ottica sociale che Anffas Onlus Torino vuole dare alla quarta edizione dell’evento Beatles Days Torino – che organizza con i Beatlesiani Associati d’Italia e con la direzione artistica di Bartolomeo Torta, Alberto Pisci e Riccardo Codazza. Per tale occasione, tra le quaranta band che si esibiranno sui palchi del noto locale torinese Hiroshima Mon Amour (via Carlo Bossoli, 83), saranno presenti anche tre band “inclusive”, con almeno una persona con disabilità tra i loro componenti. I partner del Beatles Days Torino 2018 si occuperanno della ristorazione e Radio Veronica One seguirà l’evento.

Mario Paparozzi

Sabato 22 si terrà un’anteprima con la presentazione del libro I Rokketti di Mario Paparozzi, presso la libreria La Bussola. Il libro narra la storia di questo gruppo di musicisti (di cui lo stesso autore faceva parte) che suonarono nei locali di Amburgo con i Beatles, nel periodo in cui questi non erano ancora famosi. Alla presentazione parteciperà anche il cantautore italiano Santino Rocchetti. Mentre domenica 23 sarà una giornata clou, con quaranta band provenienti da tutta Italia che si alterneranno per 12 ore sui due palchi dell’Hiroshima Mon Amour. L’ingresso è previsto alle ore 13, con chiusura alle ore 24. Ma non solo, ad esibirsi vi saranno anche tre band con almeno una persona con disabilità, selezionate tramite il contest a livello nazionale promosso da Anffas Onlus Torino.

Giancarlo D’Errico, presidente di Anffas Piemonte Onlus

Il presidente di Anffas Piemonte Onlus, Giancarlo D’Errico, ha affermato che «le giornate dei Beatles Days Torino 2018 celebrano l’enorme influenza che i Beatles hanno avuto non solo a livello musicale, ma nell’arte, nella moda, nell’espressione personale e nell’immaginazione, promuovendo idee e valori di pace, amore e condivisione che oggi sono più che mai attuali. In questo contesto si inserisce perfettamente l’idea di integrazione e valorizzazione delle persone con disabilità che Anffas promuove nel suo impegno a sostegno di persone e famiglie in difficoltà. Sarà una giornata di gioia e divertimento accessibile a tutti”. Inoltre, i Beatlesiani Associati d’Italia hanno spiegato che anche quest’anno la città di Torino “vivrà le emozioni che solo le musiche dei Beatles sanno offrire: aspettiamo centinaia di appassionati e musicisti da molte regioni italiane. Domenica, in occasione del vero e proprio “Sunday Beatles Festival”, interverranno prestigiosi ospiti musicali come gli “Oldies But Goldies”, la superband formata da Bobby Posner (The Rokes) al basso, Marco Bonino (I Nuovi Angeli) alla chitarra, Slep (The Red House) alla chitarra, Naska (Statuto) alla batteria e Mike Shepstone (The Rokes) alle percussioni. Torino è Beatles!».

L’ingresso è ad offerta libera (ai partecipanti verrà consegnata una spilla identificativa dell’evento) ed il ricavato verrà utilizzato per le iniziative di Anffas Onlus Torino a sostegno delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito www.anffas.torino.it oppure contattare Anffas Onlus Torino (via Bossi, 24) al numero 011.3810723, o scrivere all’indirizzo mail segreteria@anffas.torino.it.

Valeria Glaray

Laureata in Servizio Sociale ed iscritta alla sezione B dell’Albo degli Assistenti Sociali della Regione Piemonte. Ha un particolare interesse per gli argomenti relativi alla psicologia motivazionale e per le pratiche terapeutiche di medicina complementare ed alternativa. Amante degli animali e della natura.