A Torino: la storia degli scout raccontata nella collezione Vittorio Brandoni

TORINO. La storia dello scautismo raccontata attraverso la collezione permanente Vittorio Brandoni, conosciuto con il suo totem di “Stregone Africano”, uno storico capo scout del gruppo scout Torino 25, oltre che un collezionista. Domenica 18 novembre alle ore 18.30 presso il Collegio Artigianelli in corso Palestro 14 a Torino saranno mostrati riviste, fazzolettoni, centinaia di distintivi, uniformi, e materiale di ogni tipo, proveniente da tutto il mondo: più di 2 mila pezzi, anche particolarmente curiosi, di natura diversa e con una loro storia. Tra questi, anche le prime radio da campo, bandiere e uniformi di paesi lontani, e una firma autografa di Lord Baden Powell, il fondatore dello scautismo. In occasione dei cinque anni di costituzione del Torino 110, Brandoni ha scelto che la sua collezione divenisse patrimonio comune, donandola al Masci Piemonte, l’associazione scout degli adulti, e affidandola proprio al gruppo Torino 110.

 

 

Simona Cocola

Giornalista pubblicista torinese, ha iniziato a collaborare per la carta stampata nei primi anni dell'università, continuando a scrivere, fino a oggi, per diverse testate locali. Ha inoltre lavorato in una redazione televisiva, in uffici stampa, ha ideato una rubrica radiofonica, ed è autrice di due romanzi.