A Caramagna, una sagra dedicata alle frittelle dolci e salate cucinate in tutto il mondo

CARAMAGNA. Per il quindicesimo anno torna domenica 28 ottobre a Caramagna (Cn) la Sagra della Frittella, manifestazione organizzata dalla onlus Torrecara in collaborazione con il Comune, che trova le sue radici nelle frittelle che si cuocevano per le rogazioni, processioni penitenziali di propiziazione per l’agricoltura.

Nella splendida cornice dei portici medievali di via Luigi Ornato, si potranno gustare frittelle dolci e salate tipiche di diverse parti del mondo, preparate nel rispetto di tradizioni gelosamente custodite da donne provenienti da diversi paesi dell’Europa, dell’Africa e dell’Asia.

La manifestazione sarà come sempre anche una vetrina per le associazioni di volontariato della zona che promuoveranno la loro attività. E’ prevista anche la presenza di piccoli artigiani con le loro realizzazioni e collezionisti ascrivibili all’antiquariato minore: una sorta di piccolo mercatino delle pulci. Inoltre gastronomia e produzioni agricole a chilometri zero: eccellenze da gustare e acquistare a occhi chiusi in cui ritrovare i sapori della tradizione e del mangiare bene.

In ambito culturale la manifestazione proporrà “Car’arté”, una rassegna di opere di artisti locali contemporanei che espongono disegni, quadri, realizzazioni in legno e ferro. Per i più piccoli (ma non solo loro a quanto pare) il momento ludico sarà rappresentato da Legolandia all’insegna dei piccoli e mitici mattoncini. E, ancora, esposizione ed esibizione d’auto d’epoca; esibizione degli artisti di strada, vin brulè offerto dagli alpini assieme alle caldarroste.